Ecco la BMW M3 Touring

Ecco la BMW M3 Touring

20 Settembre 2020
admin

È passato così tanto tempo da quando abbiamo chiesto per la prima volta un M3 Touring, abbiamo perso la speranza e siamo andati avanti. Ora è finalmente stata confermata. Negli ultimi 35 anni sezioni del mondo dell’auto hanno chiesto a BMW di concepire una M3 Touring. Per quasi 35 di questi, BMW ha detto di no, lasciando Alpina a colmare il divario.

L’M3 era solamente un coupé, dissero; uno stile del corpo intrinseco alla sua identità. All’inizio era unicamente un’auto a tre porte, per questo aveva senso, una tre porte con uno stivale da station wagon sarebbe stata fantastica, ma la BMW non aveva alcun interesse a cercare di commercializzare un linguaggio di progettazione dei freni che era, all’epoca, piuttosto impopolare.

Volevamo una coupè

Senza dubbio non mancavano le occasioni di vendita per una M3 Touring, a giudicare dal numero di M3 delle annate E36 ed E46 vendute da BMW, in conseguenza di ciò ripensando a quegli anni appare una inconsueta non-mossa, ma per qualche motivo la BMW aveva fatto il suo letto e stava per mentire. appunto per questo ci siamo persi le varianti wagon dell’esuberante E36 costruito da M e il suo successore E46 estremamente talentuoso. Con entrambi ora che si recuperano in un territorio altamente vantaggioso come compri usati, avremmo potuto già essere all’altezza delle ginocchia in valide proprietà M3 di seconda mano, ma purtroppo. Peggio ancora, ci siamo persi anche un fratello dallo stivale grosso della spettacolare E90 M3.

Un V8 da paura…

Con uno dei più grandi V8 stradali della storia nella parte anteriore, quattro porte per la prima volta e una piattaforma più grande di prima, non avrebbe potuto offrire una migliore probabilità di costruire un leggendario vagone veloce. Anche la F80 è stata trascurata, benchè avesse un motore a sei cilindri in linea turbo più pigro (buono per il carico) e ancora più spazio. Quando l’F80 M3 ha cessato la creazione nel 2018, avevamo smesso di chiedere e archiviato ricordi a lungo termine in Disappointments, con riferimenti incrociati con Cars and Dreams.

Ma wow, quanto di corsa tutta la vecchia eccitazione è tornata quando abbiamo appreso che un carro M3 non era solamente probabile, ma confermato. Una station wagon compatta con dinamiche di guida della divisione M e frustate dei muscoli di Monaco dovrebbe, di diritto, essere una cosa fantastica.

Per prima cosa, i nuovi sei vasi B58 sono pieni di promesse e lezioni apprese. La versione che alimenta il vagone caldo M3 dovrebbe essere una pesca di un motore se la BMW può soltanto conquistare il rumore organico giusto. In secondo luogo, anche se il 3er avrà quella faccia, un compito posteriore più ingombrante può solo lavorare a suo favore per compensare gli enormi reni e addolcire le proporzioni. In terzo luogo, penso che la ricetta M3 come la conosciamo nel 2020/2021 sia appropriata per lo stile di vita del carro.

398